RCA dematerializzazione del contrassegno assicurativo

Con la novella introdotta con Decreto Ministeriale n. 110 del 09/10/2013 il contrassegno RCA dal 18/10/2015 non deve essere più esposto sul parabrezza, rimane comunque l'onere per l'assicurato di tenere a bordo del proprio mezzo il certificato di assicurazione cartaceo, consegnato alla stipula dall'™assicuratore, poiché dimostra la regolarità della copertura assicurativa (oggi sono circa 4 milioni i veicoli senza copertura assicurativa obbligatoria). Pertanto in caso di controllo effettuato dalle forze dell'™ordine se il database dove confluiscono i dati di Compagnie assicurative e Motorizzazione non risultasse aggiornato, secondo una circolare del ministero dell'Interno (n. 300/A/8593/15/101/20/21/7 del 10 dicembre 2015), farà fede il certificato cartaceo. Anche le telecamere come Autovelox, Tutor, Varchi elettronici ZTL verranno omologate al fine di controllare la regolarità della copertura RCA grazie alla consultazione immediata del database così come disciplinato dalla c.d. "œLegge di stabilità 2016". Ulteriore novità è il consenso dato dall'IVASS (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) sull'invio mezzo e-mail del certificato assicurativo cartaceo. L'assicurato provvederà solo successivamente a stampare il documento elettronico. Infatti l'Authority ha disposto che "nel caso di stipulazione di contratti di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, la trasmissione del certificato di assicurazione avviene su supporto cartaceo tramite posta o, ove il contraente abbia manifestato il consenso, su supporto durevole, anche tramite posta elettronica". La trasmissione della Carta verde (per viaggiare in auto in determinati Paesi esteri) avviene comunque su supporto cartaceo.